Grottaferrata Ieri e Oggi

 

Oggi luneddì: bellissima giornata…. Forse pè quesso n’idea m’è venuta: vaio au mercatu d’e grottaferrata.

Facennimela a piedi commè ‘na vota. Grotta la conoscio quasi tutta… ‘nsieme a Frascati, dice, fu creata da ‘lla gente che da Tuscolo distrutta pè ste colline s’era rifuggiata.

Vabbè! Me faccio ‘sta bella passeggiata romantica che me ricorda sempre quanno da Frascati (storia passata) iavamo a’ fiera de marzo e de settembre.

Allora lungu u Corso se faceva… bancuni all’aria aperta sotto u sole; tanta robba llà sopra figureva; fichera secchi, brugne, castagnole, sarcicce, caciu, pancetta affumicata, u cocciaru, abbiti e biancheria, ‘n bancone c”a robba già usata scarparu, ferramenta e… così via. ‘Ncontrevo amici de scola (tempi belli) che da grotta venivenu a Frascati a’ è classi superiori: Croce, Brunelli, Silvi, Chiacchierini, Centioni ed atri.

Sta Fiera mò è diversa, più grandiosa è diventata ‘na vera sciccheria, d’estrazione mondiale, meravigliosa… da San Nilo arriva fin’ à BBazia. A proposito a San Nilo, a gente dice, ce steva u campu sportivu d”a Vivace e che ‘na vota giochennu c’u Frascati i carabinieri a cavalli funnu cfiiamati facevinu scintille i “BIANCO ROSSI” quannu se scontrivenu  cò’i giallorossi. Ricordo con simpaticu rispetto ‘a vivace de Pastore e de Bixietto.

Tant’altri amici a Grotta conoscevo ben volentieri ‘nsieme io ce stevo, a fa merenna cò porchetta e vinu da Mario Ciocca davant’ a Cellettinu, da Vinciguerra quanti momenti belli cò Furlani e Vittorio “Frascarelli” (simpatico nomignolo che ricordava un campione dì ciclismo).

‘N atra immagine davanti se presenta. L’Hotel Traiano che l’olimpica de calcio ospitò qua nell’anni sessanta.

Stenno a quesso na precisa faccio: Trapattoni entusiasta ‘e ‘stu paese se spusa ‘na grottaferratese.

Vedo zone costruite con criterio lascenno tantu verde (eccezionale) nun è u solito tetro dormitorio ma vero proprio stile residenziale.

Pè l’Abbazia cè vò ‘n discursu a parte cò ttanta storia in se, sobria e `mportante depositaria de tante opere d’arte: patrimonio culturale de’ la gente. Alle nuove costruzioni di qua ‘ntorno paternamente ce fa na ramanzina: ‘n facetive illusioni, notte e giorn so sempre io, de grotta la Reggina.

Sequitenno a cammina lungu ste vie vedo sbocciate tante trattorie, me fannu ricorda e con piacere dico, la famigliare Osteria del Fico comme pure nun sé po’ scordà ai Squarciarelli a tranquillità.

Grotta vanta ‘na gran periferia curata in ogni piccola struttura, tuttu se move ‘n piacevole armonia cosparsa ‘e verde, de Madre natura.

Frascati con le vecchie tradizzioni, Grottaferrata con l’innovazioni anche se tra loro rivali (tantu pè di) so ‘eperle dei Castelli : proprio così.

E’ ‘na rivalità solu apparente…. Rapporti carnali tra ‘sta nostra gente. Sò tantu così uniti ‘sti du paesi che parenu fratelli siamesi.

Strasoddisfattu arrivo a’ e conclusioni: mì fia Akssandra ruspante frascatana è ‘a moje d’Alessandro Moroni, Flavio, u fiu avanza ‘ste pretese: me sento ‘n Frascatanu-Grottaferratese!

 
Ottobre 2009
Luigi Girini

I commenti sono chiusi