‘A Machina Mia

 

Doppo 12 anni mè so decisu, cambio ‘a macchina. Profitto dell’incentivu du statu pè rottamalla e mà faccio nova! Allora me so messu a girà co’ moijma pè vedè che machina famme. Più iavo ‘n giro e più tenevo u rimorsu pè ‘a machina mia. So pensatu a quante né essimo passate assieme, tutti i posti ‘ndo semo iti e pensevo: potria scrive ‘n libro cò tuttu quillu che cè so fattu. Po’ più girevo più pensevo dentro ‘a capoccia: quanto costino ste macchine e pè fortuna che cè sta ‘a rottamazione; sà ce vonno ‘n saccu de sordi! Vabbè pè contenta moijma, giù a rate (pè falla contenta quistu e atro) però ‘na lacrimuccia pè quilla vecchia me scesa, ‘ssosi è la vita! 

Stefano Silvagni

I commenti sono chiusi